PRESENTAZIONE

pace

La proposta culturale che già quest’anno aveva offerto un ampio ventaglio di attività, dalle mostre agli eventi inaugurativi sino alle Giornate di Popsophia alla Rancia, va ad arricchirsi di ulteriori spunti in un anno, quello tra una edizione e l’altra, da sempre considerato di transizione e di attesa.
Il 2014 diventa quindi un vero e proprio percorso organico tra convegni, mostre, nuove rassegne che animeranno la città di Tolentino e si concluderanno con l’appuntamento di fine estate alla Rancia. Un’offerta culturale di livello nazionale cui parteciperà una nutrita pattuglia di grandi protagonisti della cultura contemporanea.
A tessere il fil rouge che dal 2014 traghetterà il Biumor alla prossima edizione del 2015, un tema in grado di coniugare due argomenti caldi di quest’anno: le elezioni europee e dunque l’Europa e il centenario della Prima Guerra Mondiale, vera guerra civile europea. La ricerca di senso che fonde assieme le due questioni giunge a concepire il tema Warum War, dal tedesco “Perché è stato?”, domanda cruciale di quel carteggio intercorso tra Sigmund Freud e Albert Einstein, “Warum Krieg”, sul perché del primo grande conflitto mondiale.
Warum War, significativamente lasciato in tedesco, amplia la domanda originaria sui motivi della guerra e diventa ricerca di senso che affonda le proprie radici nel già stato, nel trascorso.
Ad un secolo di distanza Biumor proporrà in una mostra prestigiosa e di livello internazionale, La Grande Guerra nella cartografia satirica d’Europa. Una riflessione umoristica, storico-politica e al contempo grafica sulle tensioni tra i vari Paesi europei ai tempi del 1914. Una grande mostra unica nel suo genere che approderà a Tolentino raccontandosi attraverso documenti originali dell’epoca provenienti da tutta Europa. Per addentrarsi nelle problematiche vive di Warum War, una squadra di intellettuali nazionali e locali - Pietrangelo Buttafuoco, Cesare Catà, Umberto Curi, Giordano Bruno Guerri, Alberto Pellegrino, Angelo Ventrone - approderà a Tolentino proponendo, nei mesi di Marzo e Aprile, lectiones magistrales e conferenze inedite.
A luglio (25-26-27), una rassegna di eccezionale prestigio animerà alcuni luoghi del centro storico di Tolentino, trasformando la cittadina in una agorà greca, luogo di incontro e di confronto tra pensatori illustri e pubblico. Tutte e tre le serate avranno una conclusione di grande suggestione; un racconto in musica dell’Italia contemporanea pensato da Piero Cesanelli e realizzato dalla Compagnia di Musicultura.
Ma l’estate tolentinate non sarà solo convegnistica e intrattenimento. L’arte ritorna nella sua forma più curiosa con un’altra mostra inedita di un artista tolentinate, Giorgio Leggi, che proverà a dare una interpretazione della ritrattistica artistica dall’età moderna ad oggi.
A chiudere l’estate, dal 28 al 31 di Agosto, torna l’appuntamento frizzante al Castello della Rancia, sempre diretto da Lucrezia Ercoli, con la filosofia targata Popsophia, chiamata ad indagarne ogni declinazione dell’umorismo contemporaneo.
Una quattro giorni di riflessione in cui il pensiero critico ancora una volta si scontra con gli elementi di un passato che ritorna, esaminandoli al microscopio e lasciandosi sedurre dalla loro ricaduta sul contemporaneo.

 

comunetolentino

MIBAC

rss facebook pinterest
youtube twitter flickr

 

Il 2017 chiama a sé l’arte umoristica nazionale e internazionale nella 29° edizione del concorso della Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte per confrontarsi su un tema declamato e attuale.

La Biennale nel 2017 ha scelto di interrogarsi su una parola d’ordine politicamente dirompente e culturalmente egemone: Onestà! Onestà!

 

 


Cookie Policy