Le notizie di BIUMOR

Aperta da Kim Jong-Un e chiusa da Donald Trump - Si è conclusa la 29° edizione della Biennale dell’Umorismo nell’Arte
Data pubblicazione : 19/03/2018

Donald Trump chiude la fortunata edizione di Biumor 2017. Asier Sanz, dopo aver vinto il  “Premio Luigi Mari”, con l’originalissima caricatura di “Kim Jong-Un”, fa di nuovo centro con la sua “Fast Food Trump”. “Un vero capolavoro dell’arte caricaturale - secondo il direttore Evio Hermas Ercoli - con la sua grottesca e affascinante interpretazione del Presidente degli Stati Uniti”. 

Foto testo

Donald Trump chiude la fortunata edizione di Biumor 2017. 

Asier Sanz, dopo aver vinto il  “Premio Luigi Mari”, con l’originalissima caricatura di “Kim Jong-Un”, fa di nuovo centro con la sua “Fast Food Trump”. “Un vero capolavoro dell’arte caricaturale - secondo il direttore Evio Hermas Ercoli - con la sua grottesca e affascinante interpretazione del Presidente degli Stati Uniti”.

Il caricaturista spagnolo (Bilbao, 1969), che ha ormai raggiunto una notorietà mondiale, conquista anche il premio del pubblico della 29° edizione della Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte.

Il premio viene assegnato a chiusura degli eventi del concorso dal voto dei tantissimi turisti che hanno visitato le opere in mostra.

Il richiestissimo illustratore di libri e l’umorista ufficiale del giornale il “Diario”, si aggiudica l'abbinata grazie all’unanime gradimento dei votanti con la sua caricatura per la riconoscibilità del carattere non fisiognomico dell'opera e per il gioco irriverente sull’equivoco  Donald - Mac Donald.

In queste ultime settimane numerosi sono stati i visitatori che hanno apprezzato la mostra, che presentava caricature di personaggi famosi e opere umoristiche provenienti da tutto il mondo sul tema scelto per la 29° edizione: "Onestà!Onestà!".

Con questo ultimo atto della giuria popolare, dopo le numerose visite da parte delle scuole e di diverse istituzioni, viene archiviata la fortunata esposizione a Palazzo Sangallo di Biumor 2017.

La 29° edizione si è caratterizzata per il grande interesse internazionale e per aver lanciato la futura sfida dell’innovazione, incentrata sulle forme dell’arte umoristica contemporanea, dai social network a youtube.

Un nuovo percorso di successo che si potrà intraprendere con il convinto sostegno dell’Amministrazione Comunale di Tolentino: “Tantissimi i cittadini e i turisti da tutta Italia, che hanno visitato la mostra a Palazzo Sangallo e che hanno accolto con grande entusiasmo la sfida culturale proposta dalla 29° edizione della Biennale Internazionale dell’Umorismo – ha dichiarato il sindaco, Giuseppe Pezzanesi – Per questo, a nome di tutta la città, sono dispiaciuto della fine di un percorso che ci ha donato tanto,  ma questo successo ci fa guardare avanti verso nuovi traguardi e nuovi progetti”.

Particolarmente entusiasta anche Alessia Pupo, Assessore alla Cultura: “La Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte ha dimostrato di saper cogliere nel segno, centrando una tematica attuale non solo a livello nazionale ma anche e soprattutto internazionale, portando a Tolentino artisti e turisti provenienti da tutto il mondo. Non vediamo l’ora di partire con la prossima sfida culturale che proporrà al Castello della Rancia a fine agosto il festival di “Biumor”, splendida realtà della nostra programmazione culturale, che con la filosofia dell’umorismo riesce a valorizzare tutte le ricchezze e le risorse del nostro territorio”.

indietro

comunetolentino

MIBAC

rss facebook pinterest
youtube twitter flickr

 

Il 2017 chiama a sé l’arte umoristica nazionale e internazionale nella 29° edizione del concorso della Biennale Internazionale dell’Umorismo nell’Arte per confrontarsi su un tema declamato e attuale.

La Biennale nel 2017 ha scelto di interrogarsi su una parola d’ordine politicamente dirompente e culturalmente egemone: Onestà! Onestà!

 

 


Cookie Policy